COSA. Un blog è un diario online, uno spazio personale, dove scrivere e comunicare le proprie idee, esperienze e opinioni, in modo assolutamente libero (copyright permettendo). A differenza di un diario cartaceo, il blog deve avere uno scopo preciso, e un argomento principale, che va deciso prima dell’apertura e intorno al quale ruoteranno tutti gli articoli e gli interventi.

CHI. Tutti possono essere blogger e in un certo senso tutti vogliono essere blogger. Perché aprire un blog risponde all’insita voglia di comunicare che è in ognuno di noi, alla volontà di esprimere la propria opinione di poter affermare “Ci sono anche io e ho molte cose da dire”.

Il libero professionista apre un blog, per condividere informazioni e commentare le ultime novità del suo settore d’interesse, per intessere relazioni con altri esperti, avere maggiori spunti e aumentare le proprie possibilità lavorative.

Le aziende, (più precisamente gli addetti marketing, perché dietro un blog ci sono sempre delle persone, è questa la sua forza) aprono un blog, per costruire un canale di comunicazione diretto e più personale con i propri clienti, per coinvolgerli e istaurare una vera relazione.

Tu puoi aprire un blog, anche se non è strettamente legato alla propria professione, per dedicarti alle tue passioni, rimanere aggiornato, condividere e confrontarti con altri blogger sull’ultimo film uscito al cinema, sulle nuove tendenze in fatto di moda o su quella ricetta particolare che hai deciso di provare.

QUANDO. Un blog si apre quando si ha qualcosa da dire e si vogliono provare nuove vie di comunicazione, e quando si è sicuri di potergli dedicare tempo e impegno.

PERCHE’. Per parlare di sé, raccontare aneddoti e particolari nascosti della propria vita, nel caso voi siate una star o una piccola celebrità e i vostri fan vogliano sapere tutto di voi. Per aumentare il dialogo e la conoscenza con i vostri clienti e mostrare i vostri prodotti in modo più diretto e spontaneo, nel caso siate il titolare di un’azienda e vogliate mettervi in gioco. Per diffondere e condividere con la rete le vostre competenze in un preciso settore. Perché se avete voglia di comunicare e ci state facendo un pensierino, vale la pena di cogliere l’attimo, fare un piccolo progetto e non lasciare nulla di intentato, con molto divertimento e un po’ di impegno potrebbe nascere una nuova passione e forse anche qualche opportunità in più.

DOVE. Ci sono tantissime piattaforme su cui è possibile aprire un blog, in modo piuttosto veloce. La più conosciuta è sicuramente WordPress, che permette di creare un blog in modo gratuito e di personalizzarlo secondo le proprie necessità; è possibile utilizzarlo in hosting, accedendo al sito e seguendo la procedura di registrazione e pubblicazione del blog, o scaricare l’ultima versione e installarla sull’host che si è scelto.

Blogger è un’altra piattaforma molto utilizzata, perché permette all’utente di accedere con il proprio account Google e di creare blog semplici in modo veloce e gratuito; ha sicuramente meno funzioni e possibilità di personalizzazione di WordPress ma è più adatto per i meno esperti.

 

C’è poi Tumblr, meno conosciuto, anche se in continua crescita e il riuscito compromesso tra un blog e un social network, è molto semplice da utilizzare, permette delle personalizzazioni, rende piuttosto semplice la relazione e la condivisione con gli altri blogger ed è particolarmente adatto a chi oltre alle parole vuole mostrare anche foto, immagini o portfoli.

 

COME. La prima cosa da fare se si vuole aprire un blog è scegliere un tema intorno a cui dovranno ruotare gli articoli pubblicati, è possibile stabilirlo in base alle proprie competenze e passioni o in base agli argomenti che risultano più seguiti dal web; analizzare i blog competitor può essere utile per trovare punti di forza e strategie dei “concorrenti”. A questo punto si deve scegliere un nome e una piattaforma adatta o registrare un dominio. E importante anche stabilire una frequenza di pubblicazione dei contenuti e rispettarla, avere quindi una certa costanza e puntare in primo luogo alla qualità di quello che si scrive.

Per rendere l’esperienza di blogger più semplice e per ottenere il massimo dal proprio blog è utile anche saper utilizzare al meglio il CMS scelto, conoscere almeno la base del codice HTML per apportare le modifiche necessarie e avere nozioni di SEO, per posizionare il blog sui motori di ricerca e quindi essere visibile su internet ed organizzare i vari articoli secondo queste regole. L’analisi delle statistiche delle visite e le strategie di promozione completano poi il profilo del perfetto blogger.

Spesso per poter rispondere al meglio a tutte queste necessità e per ottenere il massimo dalla propria attività di blogger, può essere utile affidarsi ad una web agency, che imposti il blog e ci guidi negli aspetti più importanti.

WEBSELF  propone ai suoi clienti un pacchetto che comprende l’acquisto di un dominio, la costruzione del blog su CMS WordPress, la cura e la personalizzazione della veste grafica, l’inserimento dei primi contenuti e l’ottimizzazione automatica sui motori di ricerca.

Successivamente l’utente potrà aggiornare il proprio blog in autonomia, per vivere pienamente e con soddisfazione l’esperienza di blogger.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

one × one =